Fine e nuovo inizo

Così, anche quest’anno volge al termine.
Dire che è stato un anno di merda mi pare poco, ma visto il mio inguaribile ottimismo spero che il prossimo sia meraviglioso.
Non c’ho voglia di scrivere altro, anche perché ho giusto il tempo di una doccia, e poi via: 24 ore filate de magnate.

“Estrapolo con le pinzette la positività da ogni situazione, se possibile anche con un po’ di disarmante poesia, ma sono fatto così, mi fa vivere bene.”


On the air: Song 2 – Blur

WHOOO-HOOO!
When I feel heavy metal
WHOOO-HOOO!
And I’m pins and I’m needles
WHOOO-HOOO!
Well I lie and I’m easy
All of the time but I’m never sure when I need you
Pleased to meet you…

Annunci

La fine del mondo.

Come passerete la vostra ultima notte?
Sta storia della fine del mondo è stata presa un po’ troppo sottogamba: che fareste se fosse tutto vero?
Non che i maya c’entrino nulla, poracci, a loro je finiva solo il calendario… Se fossero ancora viventi, non ho dubbi che avrebbero avuto già pronto un nuovo metodo di conteggio del tempo.
Secondo me, il mondo è già finito da un pezzo, ma non ce ne siamo accorti e continuiamo a tirare avanti, come se nulla fosse accaduto.

Vabbè, di stronzate cacchiate ne ho già scritte abbastanza, posso andare a dormire soddisfatto.
Non dopo aver ascoltato il disco degli A Perfect Day, chissà, forse non avrò un’altra occasione per farlo.

Buona (ultima) notte.